News

VIAGGIO ALLA SCOPERTA DEL POTERE AL FEMMINILE PER APRIRE SPAZI DI RIFLESSIONE CONCRETA AL CAMBIAMENTO

DIARIO DI VIAGGIO - GIORNO 11: COME IL POTERE AL FEMMINILE AFFRONTEREBBE COVID-19 – FASE 2?


Eccoci all’ultimo Diario di Viaggio, con un esercizio creativo impegnativo, che avrebbe bisogno di tempo per maturare bene, ma ho promesso la condivisione. Allenamento interessante chiedersi come una leadership al femminile gestirebbe le varie problematiche. Aiuta a sviluppare nuove idee basate sui nostri principi.


Sappiamo che il potere al femminile guarda alle crisi in chiave di cambiamento, cerca di delineare nuove mete benefiche per la cura e per la fioritura della vita, e comprendere le forze capaci di trasformare il problema in opportunità di sviluppo. 

Covid-19, variante inedita del più noto Coronavirus, si è materializzato in un luogo remoto del globo e divenuto rapidamente Pandemia. La Globalizzazione è il propulsore di ciò, ma anche lo specchio del benessere futuro dell’umanità. Milioni di persone superano ogni anno le frontiere dei rispettivi Paesi per realizzarsi nel lavoro, nei viaggi, nelle relazioni internazionali, divenendo una comunità planetaria. Spostandosi, trasportano di tutto: dai semi di aliene piante ai virus, talvolta molto dannosi, come questo.


L’obiettivo dei programmi al femminile sarebbe finalizzato a consentire alle persone di divenire nella vita ciò che la Vera Natura impone, incontrandosi e realizzandosi in uno spazio planetario, in sicurezza, convivendo con le evoluzioni ambientali, sanitarie e virologiche.

Come affrontare tale sfida inedita? L’ispirazione arriva dalle reazioni immediate alla Pandemia. Solidarietà simbolica, come l’illuminazione tricolore dei monumenti simbolici e i canti; e solidarietà concreta offerta da medici di Cina, Brasile, Albania e Russia in aiuto all’Italia, oltre all’invio di dispositivi medico-sanitari. Solidarietà globale è la forza che aiuterà a costruire il futuro, richiedendo di superare divisioni, ricerca del nemico, odio e chiusure protettive degli Stati. 


Quali le condizioni per realizzarla e quale il ruolo dei leader nella nuova prospettiva? 

Va premesso che essere viaggiatori, reali o virtuali, cambia identità e rapporto con la terra natale. Implica lasciare ovunque un pezzo di cuore e portare con sé frammenti di culture. Viaggiare significa crescere come gli alberi alimentati dal confronto, espandere la chioma in altezza e in ampiezza. Per farlo servono radici profonde, che affondino in terra florida. Avere una Terra è importante, che sia fertile lo è di più. 

Il principio dell’avere torna a cedere il passo all’essere. Come italiani, ci affermiamo nel mondo grazie al potenziale ereditato da grandi talenti dell’umanità; siamo figli di una civiltà che ha raggiunto l’eccellenza in ogni campo, superandosi in creatività, industriosità e generando opere inimitabili. 

I leader divengono custodi e costruttori della cultura di un popolo; hanno il privilegio e l’onore di creare le migliori condizioni per lo sviluppo di un nuovo talento umanistico-collettivo che si nutre nella cultura natia e porta i contributi nel mondo. 


Essere coltivatori dell’eccellenza di un popolo significa rapportarsi con rispetto e fiducia nelle forze positive, stringere alleanza creativa con la maggioranza dei virtuosi. Provare gratitudine, consapevoli che ogni cittadino è la ragione di esistere di uno Stato e fonte del suo sostentamento. Rispetto, fiducia e responsabilità reciproca dovrebbero essere le basi della nuova alleanza Governo-cittadini verso obiettivi comuni.


Seguendo questa nuova stella cometa il potere al femminile predisporrebbe il programma per uscire dal Covid-19, chiedendosi: quali obiettivi consentono di raggiungere la meta? Garantire benessere fisico, psicologico, culturale, imprenditoriale ed economico.


Quali le azioni concrete per raggiungere gli obiettivi? 

Preliminare è la condivisione della verità sul virus, sulle condizioni di contagio e sulla mappatura delle persone rispetto al decorso della malattia. Creare una tavola rotonda di medici, virologi, affiliati alle farmaceutiche e integrati, per arrivare ad una conoscenza comune, chiara, inequivocabile, verificabile e misurabile, superando le attuali polarizzazioni. A partire dalla verità sanitaria, si delineerebbe un piano, per tutelarsi da Covid-19 e i mutamenti che seguiranno, continuando a vivere in libertà, in due direttrici:

  1. 1.Aumento risorse e programmi che accrescano il benessere, in particolare rivolti a salute, imprese, istruzione, cultura, e relazioni internazionali, disponendo per ogni settore, soldi e servizi.


  1. 2.Taglio fondi destinati a guerra e armi, finalizzate a mantenere gli attuali domini o acquisirne di nuovi, ed in generale, eliminazione di tutte le risorse che vanno in direzione opposta alla meta svelata dalla Crisi Covid-19. 


Quali potrebbero essere gli ostacoli? Permanere nell’attuale logica della crisi come nemico da sconfiggere attraverso una guerra per tornare come prima; proseguire con la politica di chiusura di frontiere e borghi e isolamento sociale; perseverare nel concepire i cittadini come nemici fino a prova contraria, testimoniato da “Non diamo i soldi con bonifico, a fondo perduto, perché temiamo finiscano a impostori”, e sudditi, testimoniato da “vi concediamo, vi consentiamo”; ne consegue un rapporto di imposizioni, controlli e rallentamenti, con conseguenti malumori e tracollo della forza creativa e costruttiva.  


In conclusione, questa Pandemia svela la necessità di un cambiamento culturale: si aprono le porte di un bene superiore, incarnato nelle imprese e nelle comunità planetarie, che poggiano sul talento umanistico di ogni cultura, e si alimenta nella solidarietà globale e nella capacità dei governi di creare le migliori condizioni per lo sviluppo in sicurezza. Invita a superare la logica dell’avere mantenuta con il dominio, il pugno di ferro, i divieti e controlli, per dirigersi verso una logica dell’essere, sostenuta da confronto sincero, verità, libertà, responsabilità e cooperazione. 


Ringraziandovi di cuore per questo viaggio insieme ci ritroviamo a fine maggio con la Raccolta dei Diari di Viaggio alla scoperta del potere al femminile. Grazie.


Moira

Cles, 4 maggio 2020

Archivio News